La verità sui 60 fps e i 4K di Xbox One X
× Accedi al tuo account

Hai perso la password?
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Menu
NAV
Pubblicità

BETA
Tag: verità, Xbox,
Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

La verità sui 60 fps e i 4K di Xbox One X

13/09/2017, 10:28
561 Visualizzazioni

Le dichiarazioni di questi giorni hanno acceso diverse polemiche sulla presunta risoluzione dei titoli Xbox One X. Anche Sony è intervenuta sull'argomento, ma questo nuovo "resolution gate" sembra più un grosso polverone digitale che non un aspetto in grado di gettare ombre sulla neonata console Microsoft.Presentato al mondo in occasione della conferenza Microsoft pre E3, l'ultimo ritrovato tecnologico della società statunitense ha letteralmente spaccato in due l'utenza. Tra le varie discussioni, oltre a quella relativa al prezzo di vendita, è l'aspetto legato alla risoluzione ad aver infiammato l'animo di moltissimi videogiocatori.

Dopo le dichiarazioni di Julien Laferrière, che ai microfoni di Geoff Keighley ha chiarito che Assassin's Creed Origins non girerà completamente in 4K su Xbox One X, in tanti hanno iniziato a rivalutare le parole del colosso di Redmond, bollandole addirittura come un mero espediente di marketing.La realtà dei fatti è in verità molto semplice: le esclusive Microsoft, come Forza Motorsport 7, avranno una risoluzione nativa in Ultra HD, ma per quel che concerne i titoli multipiattaforma, starà agli sviluppatori scegliere come utilizzare la potenza di Xbox One X e se implementare o meno la tecnica del checkerboard rendering per raggiungere l'Ultra HD.
Quest'ultimo aspetto era stato più volte ribadito da Phil Spencer che, in queste ore, si è visto costretto a tornare sull'argomento. Il dirigente Microsoft ha così dichiarato che gli sviluppatori non sono obbligati a raggiungere i 60 fps su Xbox One X e, al contempo, non devono neppure limitarsi per rispettare lo standard più basso di Xbox One S. Le software house possono di fatto sfruttare a proprio piacimento le potenza di calcolo offerta dalla nuova console Microsoft.

Sempre secondo Spencer imporre delle decisioni obbligatorie, che possono riflettersi sul gameplay, non è una saggia decisione per un produttore. Gli sviluppatori sono incentivati a offrire la migliore esperienza di gioco possibile quindi, se ritengono che i 60 fps li aiuteranno a vendere più copie del loro gioco, sono liberi di implementarli. Stesso discorso per la risoluzione, starà in pratica ad ogni sviluppatore scegliere la strada da perseguire.
Uno scenario del genere potrebbe portare, il condizionale in questi casi è d'obbligo, sia ad avere un titolo migliore su Xbox One X, rispetto alla sua controparte PS4 Pro, sia un prodotto praticamente identico, qualora lo sviluppatore decidesse di non ritoccare in alcun modo il codice del suo gioco.

Proprio su quest'ultimo punto è interessante considerare le parole di Jim Ryan.
Il CEO di Sony Europe non si è detto preoccupato dalla nuova console Xbox ed è convinto che gli sviluppatori punteranno comunque al minimo comune denominatore, ovvero a far funzionare al meglio il software sull'hardware meno performante. "Se sei un grande publisher", ha continuato Ryan, "questo è un approccio perfettamente razionale, in quanto una volta raggiunto un certo livello difficilmente si decide di aggiunge altro lavoro per poterlo portare ad uno più evoluto".
Ryan giustifica questa visione portando come esempio il caso PlayStation 3 e affermando che la console Sony all'epoca era superiore rispetto a Xbox 360, eppure gli sviluppatori multipiattaforma non hanno mai sfruttato questo gap prestazionale.

Indipendentemente dalla validità oggettiva di tali considerazioni, è curioso notare il repentino cambio di prospettiva: fino a qualche tempo fa il primato tecnologico di PS4 era considerato un punto di grande importanza per Sony, ora, almeno secondo
Jim Ryan, tale aspetto assume una valenza secondaria.

Tornando sul fattore prezzo di Xbox One X, Spencer ha infine dichiarato che la casa di Redmond non guadagnerà nemmeno un centesimo da ogni console venduta. Il capo della divisione Xbox non è sceso nei dettagli, ma ha auspicato un rientro economico sia dalla vendita del software, sia da quella dei servizi online come Xbox Live Gold e il neonato Xbox Game Pass.



Rispondi

guccigucci0811
Utente Normale
18
Utente Genio
****
5.00C
09/2017
7
183
Utente Genio
Messaggio: #2
La verità sui 60 fps e i 4K di Xbox One X
13/09/2017, 11:37


La console sembra buona ma servono giochi

Rispondi


1 utente hanno dato Love a Mik76 per questo post:
guccigucci0811 (09-13-2017)
Utente Normale
*
5.00C
09/2017
2
18
Utente Normale
Messaggio: #3
La verità sui 60 fps e i 4K di Xbox One X
13/09/2017, 11:49


Tempo al tempo.

Rispondi


Aggiorna il tuo account per nascondere gli annunci pubblicitari.




Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)