Le migliori auto per neopatentati
×
Accedi al tuo account

Hai perso la password?
Registrati adesso è GRATUITO

Appena entrato avrai:
Norton Safe Web Connessione HTTPS Sicura

Registrati Adesso!

Menu
NAV
Pubblicità

BETA
Tag: migliori, auto, neopatentati,
Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Informazione Le migliori auto per neopatentati

697 Visite
Utente Premium
******
0.00C
06/2016
3
69
Utente Premium
Messaggio: #1
Informazione Le migliori auto per neopatentati
01/03/2017, 11:34

Aggiorna il tuo account per nascondere gli annunci pubblicitari.

Le migliori auto per Neopatentati

In passato l’unico scoglio da superare per poter dare libero sfogo alla passione per le quattro ruote consisteva nel conseguire la patente, da febbraio 2011 per i neopatentati vigono stringenti limitazioni legate alle caratteristiche tecniche dei veicoli.
Ex art. 117 del Codice della Strada, durante il primo anno dal superamento dell’esame non è consentita la guida di auto aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/tonnellata (75 cv/1.000 kg). Intendendo per tara la massa a vuoto del mezzo cui aggiungere 75 kg, peso convenzionalmente attribuito al conducente. Ai veicoli di categoria M1 (progettati e costruiti per il trasporto di persone, aventi al massimo otto posti oltre al sedile del guidatore) si applica inoltre il limite assoluto di 70 kW (95 cv). In estrema sintesi, qualora condotta da neopatentati la vettura non può eccedere né il rapporto peso/potenza di 75 cv/1.000 kg né, in ogni caso, i 95 cv.

Ecco la classifica delle migliori auto per neopatentati:

1-Alfa Romeo MiTo
[Immagine: alfa_romeo_mito_veloce_ant_0.png?itok=gZ1AltcF]
L’avantreno è rapido in inserimento, le sospensioni non troppo cedevoli e la tendenza al sottosterzo contenuta: è un’ottima palestra di guida. Orfana del bicilindrico 0.9 turbocompresso da 85 cv, la sola motorizzazione a benzina accessibile è rappresentata dal quadricilindrico aspirato di 1.368 cc con distribuzione a 2 valvole per cilindro. Un’unità corredata del dispositivo Start&Stop, in grado di erogare 78 cv e 115 Nm di coppia consentendo alla compatta del Biscione, in abbinamento a un classico cambio manuale a 5 marce, di scattare da 0 a 100 km/h in 13 secondi percorrendo mediamente 17,9 km con un litro di carburante. Il rapporto peso/potenza si attesta a 14,7 kg/cv complice la massa della vettura di 1.145 kg. In alternativa al 1.4 benzina è disponibile un 1.3 td da 90 cv dai consumi pressoché irrisori: porta in dote una percorrenza di 31,3 km/l. Prezzi, per MiTo 1.4 78 cv, da 16.000 a 17.500 euro, che diventano 19.250 euro per la 1.3 JTDm.

2-Audi A1 Sportback 1.0 TFSI 82 cv
[Immagine: audi-a1-sportback--2011---10-82cv-tfsi-admired-1-2.jpg]
Nata per sfidare la MINI, fatta eccezione per la versione sportiva S1 da 231 cv – “vietatissima” ai neopatentati – non ha saputo replicare l’efficacia nel misto, il kart feeling e la personalità della rivale. In compenso, la versione a 5 porte denominata Sportback primeggia quanto a fruibilità quotidiana e praticità. Inappuntabile per qualità costruttiva, infonde sicurezza grazie alla stabilità del retrotreno. Lo sterzo è sin troppo servoassistito e demoltiplicato, a discapito del feeling; le sospensioni abbastanza cedevoli assorbono ogni imperfezione del manto stradale. Guidarla nel misto può rivelarsi un piacere grazie al nuovo 3 cilindri 1.0 TFSI (turbo a iniezione diretta di benzina) da 82 cv e 160 Nm. Tale unità, che si affianca al 1.4 TDI da 90 cv, anch’esso accessibile ai neopatentati, porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 12,6 secondi, una velocità massima di 177 km/h e una percorrenza media di 23,8 km/l. Unica la trasmissione disponibile, manuale a 5 rapporti, mentre alla massa di 1.135 kg consegue un rapporto peso/potenza di 13,8 kg/cv. Costa 18.600 euro.

3-BMW 114d 5p
[Immagine: bmw-serie-1-5-porte.jpg]
È cresciuta rispetto al passato, ma senza tradire la sportività del precedente modello. Forte di un avantreno preciso, di uno sterzo comunicativo e di sospensioni non troppo cedevoli, ha nel 4 cilindri 1.6 td da 95 cv la motorizzazione ideale per i neopatentati. Si tratta, nel dettaglio, di un’unità common rail con iniettori a solenoide e pressione massima d’iniezione di 1.600 bar, sovralimentata mediante turbocompressore a geometria variabile e in grado d’erogare 235 Nm di coppia. BMW 114d scatta così da 0 a 100 km/h in 12,2 secondi, raggiunge una velocità massima di 185 km/h e percorre mediamente 27,8 km/l. Prestazioni tutt’altro che disprezzabili nonostante la massa di 1.395 kg, non particolarmente contenuta, cui fa seguito un rapporto peso/potenza di 14,7 kg/cv. La riduzione dei consumi beneficia dell’indicatore di cambiata e dei sistemi start/stop e del recupero dell’energia in frenata e nelle fasi non di carico del propulsore, così da alimentare la rete di bordo e la batteria senza incidere sulle prestazioni. Prezzi da 24.650 a 28.800 euro.

4-Citroën C4 Cactus 1.2 PureTech 75 cv
[Immagine: 1citroen-c4-cactus.png]
La crossover francese è tutt’altro che banale: la linea risente degli Airbump, vale a dire dei rivestimenti in poliuretano termoplastico integranti capsule d’aria collocati lungo le fiancate e in corrispondenza dei paraurti, capaci di assumere una valenza sia stilistica sia funzionale: da un lato proteggono la carrozzeria dai piccoli urti, dall’altro possono essere personalizzati nei colori. La plancia si avvale di un’interfaccia 100% digitale e la maggioranza delle opzioni viene affidata al display touchscreen a colori da 7 pollici al vertice della consolle che permette di gestire climatizzazione, multimedialità, funzioni audio, navigazione, telefono, connettività e assistenza alla guida. Rispetto alla berlina C4 dalla quale deriva, si spoglia di 200 kg di “zavorra”. Il 3 cilindri 12V a benzina brilla per l’erogazione progressiva e le prestazioni decorose: scatta da 0 a 100 km/h in 12,9 secondi, raggiunge i 166 km/h e percorre mediamente 21,7 km/l. La massa di 1.040 kg porta in dote un rapporto peso/potenza di 13,9 kg/cv. Prezzi da 15.200 a 16.700 euro.

5-Fiat 500X 1.3 Mjt 95 cv
[Immagine: Fiat-500X_009-460x306.jpg]
Condivide la base meccanica e telaistica con Jeep Renegade e può contare su di un assetto lievemente rialzato rispetto al resto della famiglia 500. Viene proposta in una configurazione più cittadina e in una versione maggiormente orientata all’off road – denominata Cross o Cross Plus – in entrambi i casi abbinabili alle 2WD all’avantreno. L’unica motorizzazione accessibile ai neopatentati è il 1.3 16V Multijet da 95 cv, garante di uno scatto da 0 a 100 km/h in 12,9 secondi, di una velocità massima di 172 km/h e di una percorrenza media di 24,4 km/l. La sola trasmissione disponibile è manuale a 6 rapporti, mentre le versioni 4WD restano off limits in quanto abbinabili esclusivamente al 1.4 turbo benzina da 170 cv o al 2.0 td da 140 cv. Prezzi da 19.250 a 24.550 euro in funzione degli allestimenti.

6-Mercedes-Benz A160 d
[Immagine: media?xwm=y&id=1bcacff2-9ea5-45c5-8a0f-9...height=450]
È mossa dal medesimo 4 cilindri td della “sorella” A180 d, accreditato però di 90 cv anziché 109 cv. Un’unità di derivazione Renault, caratterizzata dall’iniezione diretta del gasolio, dalla sovralimentazione mediante turbocompressore a geometria variabile, dalla distribuzione a doppio albero a camme in testa e da 2 valvole per cilindro. Eroga 220 Nm di coppia: il minimo indispensabile per muovere i 1.395 kg di Classe A. Il rapporto peso/potenza si attesta a 15,5 kg/cv. Valore che suggerisce di chiederle tutto, ma non emozioni! Scatta da 0 a 100 km/h in 13,6 secondi, raggiunge i 180 km/h – merito della curata aerodinamica – e percorre mediamente 27 km/l. Eguaglia l’affidabilità di un assegno circolare per quanto riguarda la cura costruttiva, il comfort – grazie soprattutto al puntuale assorbimento delle imperfezioni dell’asfalto da parte delle sospensioni – la capacità di carico (341/1.157 litri) e il blasone. Altrettanto sicuro l’impoverimento del conto in banca: prezzi da 24.750 a 30.010 euro.

7-Volkswagen Polo 1.0 MPI 75 cv
[Immagine: 10571-polo-fresh-copertina.JPG]
Un punto fermo. Pratica, funzionale, ben costruita, sicura, razionale; persino un po’ austera. Ha il pregio di far sentire a proprio agio chiunque. Il feeling è istantaneo, il comportamento lineare. Non chiedetele, però, un guizzo alla Paul Gascoigne: è tutt’altro che genio e sregolatezza. Se tornasse a scuola, sarebbe la prima della classe: inappuntabile, affidabile, precisa. Sotto il cofano pulsa un 3 cilindri 1.0 12V a benzina aspirato da 75 cv, accreditato di 95 Nm di coppia e garante di una percorrenza media di 19,6 km/l. Il tricilindrico VW è un “frullino” degno di rispetto, dato che muove con sufficiente brio i 1.050 kg di Polo – da 0 a 100 km/h in 14,3 secondi – e ha il pregio di essere scevro da strappi sottocoppia, potendo oltretutto contare su di un’erogazione regolare e una discreta propensione all’allungo; non è una scelta povera. Cambio manuale a 5 rapporti. Costa 15.350 euro.

8-Seat Ibiza 1.0
[Immagine: 00043065.JPG]
Aggiornata lo scorso anno, la compatta spagnola ha una linea grintosa e un abitacolo spazioso. Può contare su di un moderno sistema d’infotainment che permette di replicare le app degli smartphone sul display della vettura. Una tecnologia irrinunciabile per un’auto moderna. Adotta di serie il sistema di riconoscimento della stanchezza del conducente e la frenata anti collisione multipla che, dopo un impatto, interviene arrestando il veicolo per evitare ulteriori urti. La gamma propulsori, interamente omologata Euro 6 nonché dotata del sistema Start&Stop, riserva ai neopatentati il 3 cilindri 1.0 a iniezione diretta della benzina da 75 cv e 160 Nm di coppia oppure il 1.4 TDI d’analoga potenza. 1.0 aspirato che, nel dettaglio, porta in dote – in abbinamento al cambio manuale a 5 marce – uno scatto da 0 a 100 km/h in 14,3 secondi, una velocità massima di 172 km/h e una percorrenza media di 19,2 km/l. Rapporto peso/potenza di 13,9 kg/cv. Prezzi da 13.500 euro.

9-MINI Countryman One D
[Immagine: 1611099527.jpg]
Vivibile ma al tempo stesso alla moda, conserva i tratti distintivi MINI pur crescendo in dimensioni, abitabilità e capacità di carico. Il 4 cilindri 1.6 td da 90 cv è l’unica motorizzazione accessibile ai neopatentati. Un’unità common rail con iniettori a solenoide e pressione massima d’iniezione di 1.600 bar, sovralimentata mediante turbocompressore a geometria variabile e in grado d’erogare 215 Nm di coppia. One D scatta così da 0 a 100 km/h in 12,9 secondi, raggiunge i 170 km/h e percorre mediamente 22,7 km/l. Prestazioni discrete nonostante la massa di 1.385 kg, cui fa seguito un rapporto peso/potenza di 15,4 kg/cv. Rispetto alla hatchback non perde eccessivamente in agilità, confermando al contempo la buona rapidità in inserimento, la precisione dell’avantreno, la comunicatività dello sterzo e la reattività nei trasferimenti di carico. Lo spazio per i passeggeri posteriori, sebbene non regale, è sufficiente per accogliere degnamente degli adulti. One D è disponibile esclusivamente a trazione anteriore. Costa 23.500 euro.

10-Mazda2 1.5 75 cv
[Immagine: 639869_mazda2_1_5_75cv_skyactiv-g_evolve..._foto1.jpg]
È una delle compatte più divertenti da guidare. Un primato ribadito, e rafforzato, da una linea sinuosa e interni raffinati. Il telaio Skyactiv, realizzato con l’obiettivo di contenere marcatamente le masse, porta in dote un peso di 1.045 kg – tra i migliori della categoria – mentre il 1.5 aspirato a benzina eroga 75 cv, sufficienti per scattare da 0 a 100 km/h in 12,1 secondi, toccare i 171 km/h e percorrere mediamente 21,3 km/l in abbinamento all’unica trasmissione disponibile, vale a dire a un classico cambio manuale a 5 rapporti. È una vettura con del carattere, oltretutto forte di una dotazione di serie completa che, sin dall’allestimento base, include ABS, ESP, 6 air bag, climatizzatore, assistenza alla partenza in salita e radio con prese USB e AUX. Prezzi da 13.900 euro.


Fonte: mia

Firma:

Per qualsiasi cosa non esitate a contattarmi.:D banana Cuore
"Se un giorno la velocità dovesse uccidermi, non piangete, io stavo ridendo."

Rispondi


(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 17/04/2017, 21:45 da NicolaRoberti.)
Aggiorna il tuo account per nascondere gli annunci pubblicitari.
Sondaggio: Secondo voi nel periodo da neopatentato è utile dare restrizioni sulla potenza delle auto conducibili?
Non hai i permessi per votare in questo sondaggio.
Si
0%
0 0%
No
100.00%
2 100.00%
Totale 2 voto(i) 100%
* Hai votato. [Mostra risultato]





Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)



Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  gli anni passano e la tecnologia porta le auto a livelli estremi alexubombon 0 3,104 18/01/2018, 16:03
Ultimo messaggio: alexubombon
  Bollo auto non pagato? Potresti non guidare più. NicolaRoberti 0 1,989 02/03/2017, 19:54
Ultimo messaggio: NicolaRoberti
  4 trucchi per rimettere a nuovo la tua auto NicolaRoberti 1 724 01/03/2017, 12:43
Ultimo messaggio: Kaise Kaskade